Ogni anno, tra la fine di Agosto e l’inizio di Settembre, le star del cinema affollano il Lido di Venezia desiderose di conquistare il mitico “Leone d’Oro” (ambito premio che richiama il Simbolo della città). Allo stesso modo, migliaia di curiosi e amanti del grande schermo si precipitano verso il Palazzo della Mostra e il vicino Casinò per gustarsi l’arrivo dell’ultimo divo di Hollywood, il fascino del red carpet o semplicemente la bella atmosfera che si respira tra un film in anteprima e l’altro. Sembra che l’isola sia tutta lì, in quel breve tratto racchiuso tra l’Hotel Des Bains e il Grand Hotel Excelsior… ma non è così.

Adagiata tra il mare Adriatico e la Laguna, il Lido è la spiaggia di Venezia. Un’isola bellissima, in cui abbondano spiagge e giardini, collegata alla città e alla terraferma solo da vaporetto o ferry-boat.  La sua storia inizia più di 1000 anni fa, quando fu fondata chiesa di San Nicolò all’estremità orientale dell’isola. La chiesa (dove nei secoli seguenti si sarebbero conclusi i famosi “Sposalizi del Mare” e dalla quale salpò la IV Crociata), conserva ancor oggi parte delle reliquie di San Nicola di Myra, cioè “Santa Claus”. Nonostante la presenza di un luogo di culto così importante e del più antico cimitero ebraico della Laguna (fondato nel 1389), il Lido rimase a lungo un’isola quasi disabitata, ricca di orti e giardini nei quali la nobiltà veneziana amava organizzare feste campestri. Il vero sviluppo iniziò soltanto nell’Ottocento (con la costruzione dei primi stabilimenti balneari), trovando il suo massimo splendore tra gli anni ‘20 e ’30 del Novecento, quando divenne luogo di villeggiatura prediletto da svariati letterari (primo fra tutti Thomas Mann) e del jet-set europeo. Attratti dall’ambiente salubre e dalla vicinanza con Venezia, molti iniziarono a commissionare le proprie ville estive ad architetti quali Sardi, Sullam o Torres, che approfittarono della ricchezza dei committenti (e della grande libertà offerta dall’ambiente semideserto) per sperimentare quell’“Art Nouveau” conosciuta in Italia come “Liberty”, e della quale permangono esempi inconfondibili. A questo splendore si aggiunse dal 1932 il fascino della Mostra del Cinema, nata in seno alla Biennale d’Arte e ancora oggi tra gli appuntamenti mondani più attesi dell’anno…

Il nostro percorso al Lido potrebbe cominciare da Piazzale Santa Maria Elisabetta, capolinea dei vaporetti, magari noleggiando una bicicletta con la quale raggiungeremo la zona di San Nicolò del Lido, il vecchio cimitero israelitico o (perché no?) il piccolo aeroporto turistico Nicelli. Torneremo poi verso il per Gran Viale per ammirare meraviglie del Liberty come villa Mon Plaisir, l’Hotel Villa Otello o la splendida villa Romanelli, ricche di particolari che non sfuggiranno ai visitatori più attenti. Dopo un aperitivo o un caffè allo stravagante Hotel Excelsior potremo poi rilassarci con una passeggiata lungo la lunghissima spiaggia del Lido, famosa per le dune naturali di sabbia fine e dorata, affacciate sulle acque di quel Mar Adriatico di cui Venezia fu per secoli regina.

PREZZO ESCURSIONE*

Due ore €120,00

Mezza giornata €240,00

Giornata intera €360,00

* da 1-6 pax; ogni persona in più €20

I bambini sotto i 14 anni gratis

NB: I prezzi non includono i biglietti del vaporetto e biglietti autobus

Punto d’incontro: Hotel/Porto/Aeroporto/Stazione o Altro a seconda delle vostre esigenze